ob

Diarrea in gravidanza: come comportarsi e cosa mangiare

Diarrea in gravidanza

La diarrea in gravidanza è molto frequente, ma salvo rari casi non rappresenta una minaccia per la mamma e il bambino. Vediamo insieme cosa fare. Intro. 

Soffrire di diarrea in gravidanza è alquanto frequente, come lo è la costipazione, per svariate cause che andremo a elencare più avanti nel corso dell’articolo. 

Nonostante si tratti di una condizione medica in genere lieve, blanda, facile da gestire, durante la gestazione il livello di allerta si alza in modo istintivo, anche a causa della difficile gestione di eventuali trattamenti farmacologici. 

È importante ricordare che la diarrea non è una malattia, ma un sintomo di una causa scatenante, il più delle volte legata a infezioni di natura virale e/o batterica, ma anche ai normali cambiamenti che la gravidanza produce sul corpo della donna

Salvo particolari e rare situazioni critiche, la diarrea in gravidanza non è una minaccia alla salute della futura mamma e del/la bambino/a, e nella maggior parte dei casi si risolve da sola nel giro di pochi giorni

Ma andiamo per gradi, e cerchiamo di capire cosa fare in caso di diarrea in gravidanza, quali sono le cause principali, cosa mangiare e quando preoccuparsi. 

Cos’è la diarrea

Prima di approfondire il tema, è forse il caso di soffermarsi un attimo sulla definizione di diarrea

Come si legge sul sito issalute.it, la diarrea è definita come emissione di feci acquose, semiformate o liquide più volte nella giornata e, comunque con frequenza maggiore rispetto a quella abituale. 

In base alla sua durata, può essere distinta in acuta, se dura meno di 2 settimane, e cronica, se è presente per 4 settimane circa. 

Anche se siamo abituati ad associare questa condizione a una cattiva alimentazione o al consumo eccessivo di determinati cibi e bevande, in realtà la diarrea è, il più delle volte, dovuta a un’infezione virale e/o batterica, altrimenti chiamata gastroenterite, a intolleranze alimentari e a malattie croniche come la sindrome dell’intestino irritabile.   

Quando si parla di diarrea in gravidanza, è necessario aggiungere a queste condizioni alcune cause direttamente collegate alla gestazione.

Approfondiamo questo aspetto.

Diarrea in gravidanza: cause principali

Come accennato nell’introduzione, episodi di diarrea in gravidanza possono essere il risultato di condizioni legate alla gestazione in sé e ai cambiamenti che essa comporta sia a livello fisiologico che nutrizionale, così come un sintomo di una infezione virale e/o batterica in corso o di altre patologie

Vediamo insieme quali sono le cause principali che possono generare questo tipo di problematica durante la gravidanza.

Cause non legate alla gravidanza: 

  • infezioni virali, come rotavirus, norovirus o gastroenterite virale;
  • infezioni batteriche, come Salmonella o E. Coli;
  • parassiti intestinali;
  • avvelenamento da cibo;
  • effetti collaterali dei farmaci;
  • intolleranza alimentare;
  • sindrome dell’intestino irritabile;
  • Morbo di Crohn;
  • celiachia;
  • colite ulcerosa.

Le cause di diarrea legate alla gravidanza possono includere:

  • Cambiamenti dietetici: quando scoprono di essere incinte molte donne cambiano o modificano la loro alimentazione, e questo può sconvolgere lo stomaco e potenzialmente causare diarrea. In genere, il problema si risolve da solo in poco tempo.
  • Nuove sensibilità alimentari: la sensibilità alimentare può essere uno dei tanti cambiamenti che si verificano durante la gravidanza. Alimenti che prima della gravidanza erano tollerati bene ora possono causare gas, mal di stomaco o diarrea.
  • Vitamine prenatali: l’assunzione di vitamine prenatali (come il ferro o l’acido folico) fa bene alla salute della futura mamma e del/della bambino/a, ma possono sconvolgere lo stomaco e causare diarrea.
  • Cambiamenti ormonali: gli ormoni mutevoli possono causare un rallentamento del sistema digestivo, che può portare alla stitichezza, o accelerarlo, provocando diarrea.

Quindi, le cause alla base della diarrea in gravidanza possono essere molteplici, ed è importante non andare in panico e chiedere un consulto al/alla ginecologo/a per monitorare la situazione e affrontarla nel modo più adeguato. 

Complicanze e rischi

La diarrea in gravidanza non è una minaccia e non va vissuta come tale. Si tratta di una condizione molto frequente, e nella maggior parte dei casi si risolve da sola in pochi giorni senza provocare conseguenze nella donna o nel/nella bambino/a. 

Quindi, è importante mantenere la calma e rivolgersi al proprio dottore, in particolare se: 

  • la diarrea dura più di un giorno o due;
  • si sperimentano contrazioni;
  • non si riesce a sentire il bambino muoversi tanto quanto prima;
  • ci sono segni di disidratazione, come bocca secca, sensazione di stordimento, vertigini, mal di testa, necessità di urinare meno spesso, urina dal forte odore e/o di colore giallo molto scuro o arancione;
  • si sperimentano altri sintomi, come febbre o vomito;
  • si nota del sangue nel gabinetto;
  • si prova dolore al basso ventre;
  • la diarrea peggiora invece di migliorare.

In questi casi, sarà il medico a stabilire quali rimedi adottare per contrastare la diarrea in gravidanza.

Rimedi per la diarrea in gravidanza

Purtroppo, durante la gravidanza anche assumere una banale aspirina può essere complicato, per questo motivo il consiglio è chiedere supporto medico e seguire le indicazioni fornite, non prima di aver individuato le cause della diarrea

In genere, salvo rari casi, questa condizione si risolve da sola nel giro di un paio di giorni, e per quanto fastidiosa non è pericolosa, a patto che si tenga sotto controllo. 

Cosa si può fare, quindi? 

  • Bere molti liquidi, soprattutto acqua o tisane senza zucchero, perché la diarrea può provocare disidratazione;
  • assumere, dietro prescrizione medica, dei probiotici (disponibili in varie forme, sia alimentari che farmacologiche) che favoriscono il riequilibrio della flora intestinale

Prevenire l’insorgenza della diarrea durante la gravidanza non è sempre possibile, soprattutto quando ha una causa di natura fisiologica, legata quindi ai cambiamenti in atto al corpo della donna incinta, ma alcune buone pratiche potrebbero ridurre il rischio, in particolare quello di contrarre un’infezione intestinale virale o batterica

Cosa fare? 

  • lavare accuratamente le mani;
  • evitare alimenti crudi; 
  • lavare bene la verdura e la frutta;
  • evitare viaggi in Paesi nei quali è frequente la dissenteria del viaggiatore;
  • evitare di condividere oggetti personali con altre persone, anche se familiari.

Vediamo, ora, cosa mangiare in caso di diarrea in gravidanza

Diarrea in gravidanza: cosa mangiare

In caso di diarrea in gravidanza un ruolo importante lo ricopre l’alimentazione. Ma cosa bisogna mangiare?

Spesso si parla di dieta in bianco in presenza di diarrea, in realtà è importante continuare a seguire una dieta equilibrata, evitando condimenti eccessivi, cibi ricchi di fibre, frittura e alimenti grassi, bevande zuccherine e bibite energetiche, preferendo magari riso, pane, e più in generale cibi facilmente digeribili, come pollo, patate, zuppe di verdure (utili anche per idratarsi), carni magre, pesce bianco

Per approfondire il tema dell’alimentazione in gravidanza, invitiamo a leggere il nostro articolo “Cosa non mangiare in gravidanza e perché”.

ATTENZIONE:
Le informazioni qui riportate hanno carattere divulgativo e orientativo, non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui riportati sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.