ob

Come si presenta il tumore alla bocca?

Come si presenta il tumore alla bocca

Il tumore alla bocca fa parte della categoria più ampia dei tumori della testa e del collo, ed è molto diffuso. Approfondiamo insieme. Intro. 

Il Fondo ASIM prevede, nell’ambito dei grandi interventi chirurgici, la diaria per il ricovero a seguito di intervento per  l’asportazione di tumori maligni del cavo orale. Quando si parla di tumore del cavo orale, o più comunemente di tumore alla bocca, è importante però chiarire a cosa si fa riferimento.  

Con cavo orale, infatti, si intende:

  • i due terzi anteriori della lingua; 
  • le gengive; 
  • la superficie interna delle guance e delle labbra; 
  • la parte inferiore della bocca sotto la lingua; 
  • la parte superiore ossea della bocca, o palato duro;
  • la zona situata posteriormente ai denti.

Semplificando, il cavo orale comprende tutte quelle parti che si è in grado di vedere semplicemente aprendo bene la bocca e guardandosi allo specchio.

Il tumore alla bocca fa parte della più ampia categoria dei tumori della testa e del collo, e secondo le stime raccolte nel rapporto “I numeri del cancro in Italia 2022”,  nel primo semestre 2020 ha provocato il decesso di 993 uomini e 488 donne, in calo rispettivamente del 4,1% e del 4,6%. 

tumore alla bocca

Approfondiamo insieme, e cerchiamo di capire come si presenta il tumore alla bocca, quali sono le cause principali e come si affronta

I tipi di tumore del cavo orale

Il tumore del cavo orale è classificato in base al tipo di cellula in cui il cancro inizia a crescere. Il tipo più comune di cancro della bocca, con 9 casi su 10, è il carcinoma a cellule squamose, che si trovano in molte aree del corpo, compreso l’interno della bocca e nella pelle.

I tipi meno comuni di tumore alla bocca includono:

  • adenocarcinoma: tumori che si sviluppano all’interno delle ghiandole salivari;
  • sarcoma: tumori che crescono da anomalie nelle ossa, nella cartilagine, nei muscoli o in altri tessuti;
  • melanoma maligno orale: il cancro inizia nelle cellule che producono il pigmento o il colore della pelle;
  • linfoma: il tumore cresce dalle cellule che si trovano solitamente nelle ghiandole linfatiche, ma possono anche coinvolgere anche la bocca.

Per stabilire il tipo di tumore che si è sviluppato è necessario eseguire degli esami e, in genere, una biopsia

Tumore alla bocca: prevenzione e diagnosi precoce

Secondo i dati forniti dalla Fondazione AIRC, il tumore della bocca colpisce gli uomini in percentuale tripla rispetto alle donne, con un’incidenza di 3 casi ogni 100.000 abitanti, che aumenta con l’età. Infatti, nel 95% dei casi insorge dopo i 40 anni, è molto raro nei giovani e raggiunge un picco dopo i 70 anni.

Sebbene poco frequente, il tumore alla bocca rappresenta un problema sia clinico che sociale, in particolare a causa delle funzioni primarie che questa malattia può compromettere, come ad esempio la deglutizione (disfagia), la respirazione, la masticazione, ma anche l’aspetto fisico

Per questo motivo, è molto importante investire molto nella prevenzione primaria, che consiste nel conoscere i principali fattori di rischio e ridurli se non eliminarli del tutto, come: 

Sottoponendosi a controlli clinici periodici, in particolare in presenza di alcuni sintomi che elencheremo più avanti, consentirebbe un buon livello di prevenzione secondaria

Purtroppo, sia il rapporto summenzionato sia la Fondazione AIRC sottolineano come oltre la metà dei casi vengono diagnosticati in fase localmente avanzata o già metastatica.

Prognosi e sopravvivenza a 5 anni

La prognosi varia molto in base allo stadio di malattia. In assenza di interessamento linfonodale, quindi senza metastasi, la sopravvivenza a 5 anni supera l’80%, grazie a una terapia che consiste in un intervento chirurgico di asportazione del tumore o in sessioni di radioterapia, in alcuni casi eseguiti in modo combinato. 

Se, invece, il tumore si è diffuso ai linfonodi – come avviene in più del 50% dei casi – si registra una riduzione della sopravvivenza che si attesta intorno al 50%, e scende fino al 10-20% nelle forme con interessamento linfonodale massivo.

tumore alla bocca

Quali sono le cause del tumore alla bocca?

I tumori del cavo orale si sviluppano a causa di una mutazione del DNA, più comunemente nelle cellule piatte e sottili (le cosiddette cellule squamose) che rivestono le labbra e l’interno della bocca. La maggior parte dei tumori orali sono carcinomi a cellule squamose

Le cause di queste mutazioni non sono ancora ben note, ma i medici sono concordi nel ritenere centrale il ruolo di alcuni fattori di rischio:

  • consumo di tabacco di qualsiasi tipo, comprese sigarette, sigari, pipe, tabacco da masticare e tabacco da fiuto;
  • consumo eccessivo di alcol
  • eccessiva esposizione al sole delle labbra;
  • infezione causata dal papillomavirus umano (HPV), un virus a trasmissione sessuale;
  • un sistema immunitario indebolito.

Come già segnalato prima, evitare l’esposizione a questi fattori di rischio (escluso l’ultimo, ovviamente) e sottoporsi regolarmente a visite mediche e odontoiatriche rappresenta la migliore strategia di prevenzione primaria

Come si manifesta il tumore alla bocca? 

Per individuare precocemente un tumore del cavo orale è importante prestare attenzione ad alcuni sintomi

Ma come si presenta il tumore alla bocca? Le manifestazioni principali sono le seguenti: 

  • una ferita al labbro o alla bocca che non guarisce dopo più di due settimane;
  • la presenza di un nodulo all’interno della bocca;
  • dolore alla bocca;
  • mal d’orecchie;
  • deglutizione difficile o dolorosa;
  • grumi inspiegabili e persistenti nella bocca o nel collo che non vanno via;
  • denti allentati senza o alveoli che non guariscono dopo le estrazioni;
  • inspiegabile e persistente intorpidimento sul labbro o sulla lingua;
  • macchie bianche o rosse sulla mucosa della bocca o della lingua;
  • cambiamenti nel discorso, come un balbettio.

In presenza di uno o più dei presenti sintomi è raccomandato sottoporsi ad una visita di controllo

Come si esegue la diagnosi?

Per giungere a una diagnosi di tumore alla bocca è necessario innanzitutto sottoporsi ad un esame clinico, con il quale il medico può osservare e analizzare la presenza di eventuali sintomi. 

In seguito, si procede con alcuni esami specifici, come una endoscopia, una risonanza magnetica, una TAC o una PET.

Sarà il medico a prescrivere l’indagine più adatta alla propria condizione. 

Come si cura il cancro alla bocca?

Esistono quattro opzioni di trattamento per il cancro della bocca, che possono essere utilizzate singolarmente o in maniera combinata. 

Le opzioni terapeutiche sono le seguenti:

  1. intervento chirurgico per rimuovere le cellule cancerose, insieme a una piccola parte del tessuto o delle cellule normali circostanti per garantire che il cancro sia completamente rimosso. Dopo l’operazione, il chirurgo può raccomandare un intervento di chirurgia ricostruttiva per ricostruire la bocca e aiutare il paziente a ritrovare la capacità di parlare e mangiare. Il chirurgo può trapiantare innesti di pelle, muscoli o ossa da altre parti del corpo per ricostruire la bocca. Gli impianti dentali possono anche essere utilizzati per sostituire i denti naturali;
  2. radioterapia, con l’impiego di fasci di radiazioni diretti alle cellule cancerose;
  3. chemioterapia, che prevede la somministrazione di potenti farmaci utilizzati per uccidere le cellule cancerose;
  4. immunoterapia, che utilizza il sistema immunitario per combattere il cancro. Il sistema immunitario che combatte le malattie del nostro corpo potrebbe non attaccare il cancro perché le cellule tumorali producono proteine che “accecano” le cellule del sistema immunitario. L’immunoterapia funziona interferendo con quel processo e consentendo al sistema immunitario di individuare le cellule tumorali e combatterle. Questo tipo di terapia è generalmente riservato alle persone con carcinoma della bocca avanzato che non rispondono ai trattamenti standard.

Come accennato, questi trattamenti sono spesso usati in combinazione. Ad esempio, l’intervento chirurgico può essere seguito da un ciclo di radioterapia per aiutare a prevenire il ritorno del cancro.

Oltre a cercare di curare il cancro alla bocca, queste opzioni terapeutiche hanno anche l’obiettivo di provare a conservare le principali e più importanti funzioni della bocca, come respirare, parlare e mangiare, e il suo aspetto estetico.

ATTENZIONE:
Le informazioni qui riportate hanno carattere divulgativo e orientativo, non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui riportati sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.