ob

assicurazione sanitaria viaggio

Prima di partire per un viaggio, da solo o in compagnia della tua famiglia, è consigliabile sottoscrivere una assicurazione sanitaria viaggio. Vediamo perché. Intro. 

Tutti amano viaggiare, visitare luoghi per la prima volta, tornare lì dove si è trascorso un periodo felice della propria vita, ma per godersi a pieno le vacanze senza pensieri è consigliabile sottoscrivere una assicurazione sanitaria viaggio.

Questo consiglio vale a prescindere dal Paese o dalla città estera che si intende visitare, ma una attenzione maggiore va posta ai viaggi in Paesi in via di sviluppo, dove il rischio di contrarre malattie o prendere infezioni è maggiore.

Viaggiare sicuri è fondamentale, soprattutto se si viaggia con bambini al seguito.

Vediamo un po’ quali precauzioni prendere, e perché è importante usufruire di una assicurazione sanitaria per il tuo viaggio.

Viaggiare all’estero: i consigli del Ministero degli Esteri

Il Ministero degli Esteri italiani fornisce, attraverso il proprio sito e il portale viaggiaresicuri.it, numerose informazioni essenziali dedicate a chi si appresta a intraprendere un viaggio all’estero, per piacere o per lavoro.

Vediamone alcune.

Visita medica prima della partenza

Il primo consiglio da seguire è sottoporsi ad una visita medica circa un mese prima della partenza, presso un ambulatorio pubblico o il proprio medico curante.

Attraverso questo controllo è possibile verificare quali vaccinazioni effettuare, laddove fosse necessario, i farmaci che potrebbero servire, ad esempio dei farmaci antimalarici, le attrezzature di primo soccorso da portare con sé.

In caso di particolari condizioni di salute, la visita risulta necessaria per verificare la possibilità o meno di recarsi in quel Paese e sostenere lo stress fisico derivante dal viaggio.

Documentazione da produrre

Prima di effettuare un viaggio è importante produrre tutta la documentazione medica da portare con sé.

Rientrano nella documentazione tutte le certificazioni sui vaccini effettuati, le prescrizioni mediche, il permesso di introdurre nel Paese di destinazione farmaci da assumere regolarmente, oltre a un certificato che attesti la necessità di trasportare materiale medico.

Se il viaggio ha come destinazione, o come tappa intermedia, un Paese della Comunità Europea, è necessario portare con sé la Tessera Sanitaria, denominata tecnicamente Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), che dà diritto a ricevere cure mediche senza problemi.

Perché sottoscrivere una assicurazione sanitaria viaggio

Prima di partire per un viaggio all’estero, in Europa oppure in un Paese extra UE, è consigliabile sottoscrivere una assicurazione sanitaria viaggio, per evitare di dover sostenere spese spropositate in caso di ricezione di prestazioni non previste dalla copertura sanitaria nazionale.

Ad esempio, nei Paesi dell’UE puoi accedere ad una assistenza sanitaria diretta e indiretta, ricevendo cure mediche come un cittadino residente di quella nazione, ma solo se hai con te la Tessera Sanitaria.

In caso tu l’avessi lasciata a casa, puoi comunque ricevere le cure di cui hai bisogno, ma dovresti pagare l’importo relativo, che potrai, al tuo rientro, farti rimborsare.

Alcune prestazioni garantite nei Paesi dell’UE non sono comunque coperte dall’assicurazione sanitaria standard, come ad esempio le operazioni di salvataggio e il rimpatrio – ovvero essere trasferito in Italia in caso di lesioni o sintomi gravi.

Il costo delle operazioni sarebbe interamente a tuo carico.

Vantaggi di una assicurazione sanitaria viaggio

Con una assicurazione sanitaria complementare per viaggio, invece, puoi avere una copertura totale, e una assistenza h24 per tutto il periodo indicato.

La tipologia di assicurazione viaggio da stipulare va valutata di volta in volta, in base al Paese nel quale si intende recarsi per piacere, per studio o per lavoro, ma anche in base al tempo di permanenza e ai rischi sanitari connessi.

A prescindere dai dettagli del contratto, i vantaggi derivanti dall’avere una assicurazione sanitaria viaggio sono numerosi:

  • Assistenza h24, 7 giorni su 7;
  • Assegnazione di un medico di riferimento al quale rivolgersi durante la permanenza all’estero;
  • Disponibilità di un interprete madrelingua, che possa aiutarci a dialogare con il personale medico autoctono;
  • Monitoraggio costante della degenza;
  • Rientro a casa accompagnato da una equipe medica dedicata;
  • Linea diretta h24/7 con un medico esperto in assistenza sanitaria all’estero;
  • Rimborso spese mediche, laddove non dovesse subentrare il pagamento delle stesse in modo diretto da parte della compagnia;

Ogni compagnia offre servizi più o meno simili, con integrazioni da inserire a parte, come ad esempio la copertura in caso risarcimento danni a terzi, oppure per gli infortuni in viaggio.

Quanto costa una assicurazione sanitaria viaggio

I costi di una assicurazione sanitaria viaggio non sono proibitivi, soprattutto se paragonati ai servizi offerti, dei quali si spera (ovviamente!) non dover usufruire mai.

In media, infatti, è possibile sottoscrivere una assicurazione viaggi a partire dai € 30,00, fino a circa € 250,00, a seconda della copertura richiesta e prevista, delle opzioni aggiuntive selezionate, della durata e del Paese di destinazione.

Puoi scegliere tra una polizza singola, legata ad un viaggio e basta, oppure una copertura annuale, multiviaggio, per te, per te e il tuo partner o per l’intera famiglia.

Assicurazione sanitaria viaggio: conclusioni

Prima di partire per un viaggio all’estero, come hai potuto leggere, ti conviene valutare le assicurazioni sanitarie private disponibili sul mercato, rivolgendoti al tuo assicuratore di fiducia oppure sfruttando uno dei tanti comparatori online.

Pensare ad una assicurazione viaggi prima di una partenza può, per alcuni, apparire come eccesso di zelo, ma la prevenzione è importante, e passa anche dalla sicurezza che una assistenza sanitaria complementare può garantire.

Viaggiare sereni è decisamente più divertente.

Fondo ASIM

Il Fondo, costituito dalle parti sociali nel 2013, nasce in attuazione di quanto contenuto nel rinnovo del Contatto Collettivo Nazionale di Lavoro (C.C.N.L.) per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi. L’Ente ha la natura giuridica di associazione non riconosciuta e non persegue fini di lucro. Il Fondo, operativo da ottobre 2014, ha lo scopo di garantire, ai lavoratori iscritti, trattamenti di assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale.
Avatar