ob
Ma gli antibiotici possono curare l’influenza

Una delle domande più diffuse in medicina, tra i pazienti, riguarda l’utilità o meno degli antibiotici per curare l’influenza. Proviamo a rispondere. Intro. 

In una pagina dedicata alle Fake News in ambito medico-sanitario sul sito del Ministero della Salute, infatti, si legge quanto segue: 

“Gli antibiotici sono farmaci importantissimi per curare le infezioni di tipo batterico, ma non sono efficaci contro i virus, quindi prima di prenderli occorre sempre contattare il proprio medico curante.”

In effetti, il consumo (spesso l’abuso) di farmaci antibiotici è aumentato a dismisura negli ultimi anni, accentuando il noto problema della resistenza antibiotica

In parole semplici, più usiamo in modo improprio gli antibiotici, minore sarà la loro efficacia, perché i batteri che cerchiamo di distruggere imparano a difendersi sempre meglio. 

Facciamo un po’ di chiarezza, quindi, sull’impiego degli antibiotici per curare l’influenza

Influenza, virus, batteri, antibiotici: cosa devi sapere

L’influenza è una malattia respiratoria acuta causata da virus influenzali, di conseguenza è di origine virale e non batterica. 

Abbiamo visto che gli antibiotici sono farmaci efficaci contro le infezioni di natura batterica, non virale, quindi somministrare un antibiotico a una persona influenza non produce nessun effetto benefico. 

Ma allora perché, molto spesso, il nostro Medico di medicina generale ci prescrivere proprio una terapia batterica quando abbiamo l’influenza? 

Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare un’altra precisazione. 

Febbre e influenza: non sono la stessa cosa

Nonostante – come vedremo – i MMG tendono a prescrivere l’impiego degli antibiotici in modo molto consistente, solitamente non lo fanno in caso di influenza, ma quando c’è una febbre alta la cui causa non è chiara. 

La febbre è uno dei sintomi dell’influenza, ma non è l’influenza in sé. Si tratta di una reazione del nostro corpo, spesso provocata dalla presenza nell’organismo di uno stato infiammatorio, ad esempio causato da agenti patogeni esterni, batteri o virus

Di conseguenza, se la febbre si presenta come semplice sintomo dell’influenza stagionale, non è opportuno avviare una terapia antibiotica. 

Ma, laddove la febbre alta non risultasse giustificata da un normale stato influenzale, allora potrebbe avere una causa batterica

È possibile eseguire delle analisi di controllo, ad esempio un controllo delle urine, per individuare l’eventuale presenza di una coltura batterica e selezionare l’antibiotico più adeguato. 

Molto spesso, però, l’esperienza in possesso del medico curante è sufficiente a distinguere una febbre influenzale da una di natura batterica, procedendo così alla prescrizione di una cura specifica. 

Quindi, per concludere questo chiarimento, l’antibiotico viene prescritto per contrastare l’infezione batterica che si è manifestata attraverso una febbre alta, e non per l’influenza, che è invece di origine virale. 

Le indicazioni del Ministero della Salute

Un opuscolo informativo del Ministero della Salute spiega alcuni aspetti legati all’uso degli antibiotici per curare l’influenza. 

Come prima cosa, chiarisce che gli antibiotici non rappresentano la soluzione per le infezioni causate da virus, come i normali raffreddori o l’influenza, perché sono efficaci solo contro le infezioni batteriche. 

Insomma, gli antibiotici non funzionano contro l’influenza, ma nemmeno contro il raffreddore, anch’esso causato da un virus.

Detto questo, la diagnosi corretta e la decisione sull’impiego o meno degli antibiotici sono di esclusiva competenza di un medico

Inoltre, ci ricorda che prendere antibiotici quando non servono, ad esempio contro il raffreddore o l’influenza, non porta alcun beneficio; anzi, ha come unica conseguenza lo sviluppo di resistenza nei batteri.

Appropriatezza prescrittiva degli antibiotici: le indicazioni dell’AIFA

Abbiamo menzionato all’aumento della prescrizione inappropriata di terapie antibiotiche registrato negli ultimi anni. 

A tal proposito, nel rapporto “L’uso degli antibiotici in Italia” redatto annualmente dall’AIFA, è presente un capitolo dedicato proprio all’appropriatezza prescrittiva degli antibiotici

Ecco cosa si legge nel rapporto: 

  • per quanto concerne l’utilizzo di antibiotici in Italia, una quota rilevante, pari a circa l’80- 90%, viene prescritta dai MMG;
  • le principali ragioni per le quali si riscontra più frequentemente un uso inappropriato di antibiotici sono le infezioni acute delle vie respiratorie (IAR) e le infezioni acute non complicate delle basse vie urinarie (IVU);
  • le IAR colpiscono ogni anno circa la metà della popolazione adulta. Oltre l’80% delle IAR ha un’eziologia virale;
  • si può considerare inappropriato l’uso di qualunque antibiotico a seguito di una diagnosi di influenza, raffreddore comune o laringotracheite acuta;
  • è da considerarsi generalmente inappropriato anche nei pazienti con bronchite acuta, prevalentemente virale;
  • però, se la bronchite acuta riguarda soggetti anziani e/o con alto grado di severità di Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO), la somministrazione di antibiotici può prevenire sovra-infezioni batteriche che potrebbero portare all’insorgenza di polmoniti;
  • le IVU costituiscono l’infezione batterica più frequente nella popolazione femminile. In questi casi va valutata con attenzione la causa dell’infezione e stabilire il trattamento più adeguato, che non consiste, necessariamente, in una terapia antibiotica. 

Conclusioni

Per quanto riguarda, quindi, la domanda contenuta nel titolo di questo articolo, ovvero “Ma gli antibiotici possono curare l’influenza?”, la risposta è: no!

L’influenza è causata da un virus, gli antibiotici invece agiscono contro le infezioni batteriche. Quindi, se hai una semplice influenza, caratterizzata dai classici sintomi di questa patologia, non c’è motivo per assumere antibiotici. 

In ogni caso, sarà il medico curante a stabilire, magari in seguito a una visita approfondita e a eventuali analisi di controllo, se e in che modalità seguire una terapia antibiotica. 

Avatar