ob
a mascherina non provoca nessun danno alla nostra salute

No, non provoca nessun danno alla nostra salute. Lo spiegano in modo molto chiaro il Ministero della Salute e la FNOMCeO.Intro. 

Da quando il coronavirus ha iniziato a diffondersi nel nostro Paese il web si è riempito di bufale e fake news, alimentando una disinformazione in alcuni casi anche molto pericolosa. 

Non si tratta, purtroppo, di poche notizie circolate in ristrette cerchie di individui, ma decine di bufale che il Ministero della Salute è stato costretto a smentire, dedicando una pagina apposita a sfatare falsi miti, che puoi consultare qui

Di recente anche la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha ritenuto opportuno fare un intervento, per smontare un’altra falsa credenza: la mascherina chirurgica provoca danni alla salute? 

Per rispondere a questa domanda, e soprattutto smentire bufale e fake news circolate diffusamente in questi mesi, ha pubblicato un contenuto sul sito dottoremaeveroche.it

I chirurghi indossano la mascherina ogni giorno senza effetti collaterali

“Noi chirurghi indossiamo la mascherina ogni giorno, in sala operatoria è necessaria per tutelare il paziente che si sottopone all’intervento. Oggi le mascherine chirurgiche possono diventare il più formidabile strumento contro la pandemia in corso, contro la diffusione del contagio. Le mascherine devono essere usate da tutti. Se le utilizziamo moltiplichiamo l’efficacia del distanziamento sociale e riduciamo quindi i tempi di questo terribile momento”.

Con queste parole Paolo De Paolis, presidente della Società italiana di Chirurgia, chiarisce il ruolo essenziale della mascherina per contrastare la diffusione del contagio, spiegando anche che i chirurghi (così come gli operatori sanitari in genere) la indossano in sala operatoria ogni giorno, spesso anche per molte ore, senza subire nessun tipo di danno alla salute. 

Quindi, se un chirurgo non subisce danni indossando la mascherina per ore in condizioni di forte stress, non si capisce per quale motivo dovrebbe provocarne a noi nel nostro utilizzo quotidiano, spesso limitato ad alcuni momenti.  

La Federazione risponde alle domande più frequenti

Il paragone con gli operatori sanitari, che indossano la mascherina ogni giorno senza subire danni, purtroppo non è sufficiente a diradare tutti i dubbi sull’utilità di questo presidio e su alcune convinzioni più che radicate nella popolazione. 

Per questo motivo, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri ha cercato di rispondere alle domande più frequenti, per chiarire una volta per tutte la questione. 

1. Perché quando indosso la mascherina ho la sensazione di beneficiare di una minore ossigenazione? 

I materiali con i quali sono realizzate le mascherine in uso oggi sono traspiranti e non impediscono né riducono l’ossigenazione

Si tratta, in effetti, solo di una sensazione, frutto anche della mancata abitudine e di una percezione psicologica errata. 

Può capitare, però, che indossando la mascherina in modo non corretto, essa risulti ad esempio così stretta da impedire la respirazione. In quel caso, però, il problema è da individuare nel modo in cui abbiamo indossato la mascherina, non nella mascherina stessa

2. La mascherina può causare un avvelenamento da anidride carbonica

Si tratta di una delle bufale che hanno avuto più ampia circolazione in questi ultimi mesi, una notizia che non ha alcuna base scientifica. 

Come spiega la Federazione, le molecole di anidride carbonica sono così piccole da attraversare il tessuto della mascherina senza problemi, a differenza delle goccioline contenenti, eventualmente, il Coronavirus, che sono più grandi. 

Tra l’altro, indossandole in media per poco tempo – ad esempio durante la permanenza all’interno di un negozio o di un ufficio – è impossibile respirare così tanta anidride carbonica al punto da causare quella che, tecnicamente, viene definita ipercapnia, ovvero l’aumento nel sangue della concentrazione di anidride carbonica. 

3. Indossare la mascherina danneggia il nostro sistema immunitario? 

Assolutamente no! Si tratta di una bufala diffusa tramite Instagram, secondo la quale la mascherina potrebbe causare un danno al nostro sistema immunitario. 

Niente di più falso, inventato e lontano da ogni base scientifica. La mascherina impedisce a germi, virus e batteri di entrare nella bocca e nel naso, quindi non prevede in alcun caso un intervento del sistema immunitario, che resta inalterato. 

4. Se mi metto due o tre mascherine una sull’altra sono più protetto dal nuovo coronavirus?

Alle tre domande a cui ha dato risposta la Federazione, aggiungiamo questa ultima bufala, circolata agli inizi della pandemia, smentita dal Ministero della Salute. 

Indossare più mascherine sovrapposte non serve a nulla. Infatti, le mascherine aiutano a limitare la diffusione del virus, ma il loro utilizzo deve essere adottato in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. 

Inoltre, abusare dell’utilizzo delle mascherine in modo irrazionale comporta un inutile spreco di risorse e una enorme produzione di rifiuti indifferenziati da inviare all’incenerimento.

Conclusioni

Proteggersi dalle fake news, oggi, non è facile, perché si diffondono attraverso canali difficili o impossibili da controllare, come le chat WhatsApp, e fanno leva sull’assenza di informazioni e di conoscenza in merito alla questione. 

Per questo motivo, il nostro invito è quello di ignorare ogni comunicazione o pseudo notizia passata per canali non ufficiali e/o autorevoli, come il Ministero, l’Istituto Superiore di Sanità o associazioni di categoria, come la FNOMCeO.

Avatar