ob
numero ricetta elettronica

Cos’è il numero ricetta elettronica? Dove si trova? A cosa serve? Quali sono i suoi vantaggi? Rispondiamo a queste domande, facendo chiarezza.Intro. 

In un precedente articolo, nel quale abbiamo provato a fare chiarezza sulle varie tipologie di ricette mediche attualmente in corso di validità, è stata menzionata anche la cosiddetta ricetta elettronica

Quest’ultima è una versione evoluta, e digitale, della ricetta rossa, emessa tradizionalmente dai medici del SSN, entrata in vigore nel 2016 con l’intento di dematerializzare le prescrizioni mediche del servizio pubblico. 

Grazie a un sistema centralizzato, al cui interno vengono registrate e archiviate tutte le ricette emesse dai medici pubblici, è possibile, per le farmacie o i centri di analisi convenzionati, accedere alla prescrizione in formato elettronico. 

Per farlo, non è necessario avere la ricetta stampata fisicamente disponibile, è sufficiente un’informazione, il numero ricetta elettronica

Il numero ricetta elettronica

Il numero ricetta elettronica, altrimenti noto con l’acronimo NRE o con il più colloquiale “codice della ricetta”, è il numero univoco generato dal Sistema di Accoglienza Centrale tramite il quale è possibile numerare le ricette elettroniche.

Si tratta di un codice alfanumerico, diviso in due blocchi, composto in totale da 15 cifre. 

Dove si trova il numero ricetta elettronica

Il numero ricetta elettronica (NRE) è situato in alto a destra sulla prescrizione. 

Stiamo parlando della ricetta elettronica, o meglio del promemoria della ricetta, che il medico stampa o invia telematica al paziente, contenente i dati dello stesso e i farmaci e/o trattamenti a cui accedere. 

Su questo modello è possibile visualizzare, in alto a destra, due codici a barre, sotto i quali sono riportati due sequenze alfanumeriche. 

Questi due codici, uniti, danno vita all’NRE. Nell’esempio qui di seguito, il numero ricetta elettronica è 1300A4000000248.

numero ricetta elettronica

A cosa serve il Numero ricetta elettronica

Come abbiamo accennato prima, la ricetta elettronica, o dematerializzata, che viene poi consegnata dal medico di medicina generale o convenzionato con il SSN, è, in realtà, un promemoria

Con questo promemoria, il paziente può recarsi quindi in farmacia, struttura ospedaliera o centro diagnostico, e richiedere quanto prescritto dal medico. 

Ma, allora, a cosa serve il numero ricetta elettronica (NRE) se il paziente ha comunque un “pezzo di carta” tra le mani? 

Beh, è essenziale per chi dovrà acquisire la prescrizione, perché è tramite il codice della ricetta che può verificarne la validità. 

Ecco perché il farmacista di turno legge il codice con il lettore ottico o lo digita direttamente al computer. 

Però, la vera comodità del numero ricetta elettronica si manifesta quando non si è in possesso della copia cartacea della prescrizione. 

Può capitare quando il medico l’ha inviata telematica e non si ha la possibilità di stamparla, oppure quando si chiede a un familiare di passare in farmacia a ritirare il farmaco per proprio conto. 

In questi casi, infatti, è sufficiente fornire l’NRE a chi di dovere, anche senza la consegna cartacea del promemoria. 

Comodo, in particolare in questa fase di epidemia sanitaria. 

Avatar