ob

selezione gestori

Il Fondo ASIM, nell’ambito dell’attività di gestione del proprio patrimonio, intende selezionare alcune Società alle quali affidare una gestione patrimoniale in fondi della dimensione approssimativa di 10 milioni di Euro.

Il Fondo Asim, l’Ente di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti delle imprese esercenti servizi di Pulizia, Servizi Integrati/Multiservizi, viene costituito dalle parti sociali nel 2013 in attuazione di quanto contenuto nel rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (C.C.N.L.) del 31 maggio 2011.
Le parti che hanno sottoscritto il suddetto contratto nazionale sono: per la parte datoriale: Anip-Confindustria, Legacoop Produzione e servizi, Federlavoro e Servizi-Confcooperative, Agci Servizi, Unionservizi-Confapi; per le rappresentanze dei lavoratori: Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti-Uil. L’Ente ha la natura giuridica di associazione non riconosciuta (art.36 e seg. C.C.) e non persegue fini di lucro.

Il Fondo, operativo da ottobre 2014, ha lo scopo di garantire ai lavoratori iscritti trattamenti di assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale. Hanno diritto alle prestazioni del Fondo Asim tutti i lavoratori a tempo indeterminato ai quali si applica il C.C.N.L. “per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi”. A ottobre 2018 il Fondo ha raggiunto la quota di 205.000 iscritti. Ogni altra informazione è reperibile sul nostro sito​.

La gestione preferibilmente sarà in delega presso una banca di riferimento del Fondo.

Il gestore dovrà avere preferibilmente le seguenti caratteristiche:

  • “asset under management”: almeno 5 miliardi di Euro;
  • avere esperienza sui mercati internazionali, anche non europei;
  • possedere un Team di analisi interno;
  • gestire direttamente gli asset affidati con espresso divieto di sub-delega al di fuori del gruppo di riferimento;
  • essere disponibile a presentare il team di analisi e gestione al Fondo;
  • relazionare il Fondo in apposite audizioni almeno 2 volte all’anno;
  • fornire al Fondo un dettagliato report formale mensile, oltre alla reportistica ufficiale Consob, nonché informazioni telefoniche a richiesta;
  • il Fondo ha affidato i propri controlli interni ad una società esterna, e costituirà prerequisito essenziale la possibilità di fornire in via telematica a tale società informazioni mensili circa la composizione e la valorizzazione della gestione;
  • concordare con la società citata la metodologia per il calcolo del CVAR, di “risk and performance contribution”, dell’esposizione valutaria e dell’esposizione al rischio Italia.

La gestione avrà le seguenti caratteristiche:

  1. sarà una gestione patrimoniale in fondi di classe istituzionale;
  2. sarà una gestione “total return”, senza benchmark né distribuzione di dividendi, con limitazione dei rischi le cui metriche e metodologie di calcolo saranno uniche per tutti i gestori;
  3. a titolo puramente indicativo anticipiamo che il CVAR del portafoglio gestito non potrà eccedere il valore dello 0.5%;
  4. la presenza dei fondi per ogni Casa di gestione, inclusa quella del Gestore, dovrà essere limitata entro il 20% del valore complessivo del portafoglio;
  5. l’esposizione valutaria massima non potrà superare il 5% del valore complessivo della gestione;
  6. l’esposizione ai mercati italiani, incluso il “rischio sovrano”, non potrà eccedere il 20% del valore complessivo della gestione;
  7. la “performance and risk contribution” di ciascun fondo non potrà eccedere il 4% del valore complessivo della gestione;
  8. ogni fondo presente nel portafoglio gestito non potrà eccedere il 5% degli “asset under management” del rispettivo fondo;
  9. eventuali ristorni commissionali saranno riversati nella gestione;
  10. la gestione dovrà essere parzialmente liquidabile nella misura almeno del 10% entro cinque giorni lavorativi dalla data della richiesta, e totalmente liquidabile entro 25 giorni;
  11. sono ammessi derivati con mere finalità di copertura del rischio valutario;
  12. la liquidità massima della gestione non potrà eccedere il 5% del valore complessivo del portafoglio;
  13. sarà prevista una commissione di gestione minima più una commissione di performance – che vorrete quantificare nella risposta – con la clausola “high watermark” e con “hurdle rate” pari almeno al valore della commissione fissa, senza “catch up”.

I fondi inclusi nella gestione avranno le seguenti caratteristiche:

  1. saranno di classe istituzionale, di diritto europeo, ad accumulazione, senza limitazioni sulla tipologia (fondi comuni UCIITS, FIA, ETF, SICAV);
  2. dovranno essere ESG rated per almeno il 20% del totale della gestione;
  3. dovranno essere classificati da Momingstar o MSCI o equivalente, ed avere un “track record” minimo di tre anni e “asset under management” per un minimo di 100 milioni di Euro; non dovranno avere commissioni di ingresso né di uscita;
  4. dovranno rilasciare NAV giornaliero e consentire il “look through” con frequenza non inferiore alla settimana;
  5. dovranno essere liquidabili in massimi cinque giorni lavorativi.

Altre Informazioni:

Si rende noto che il presente avviso non pone in essere alcuna procedura concorsuale, paraconcorsuale o di gara d’appalto. Il presente avviso è finalizzato esclusivamente a ricevere manifestazioni d’interesse per favorire la partecipazione del maggior numero di operatori economici. Le manifestazioni di interesse non vincolano in alcun modo il FONDO ASIM, in quanto hanno come unico scopo quello di rendere noto all’Ente la disponibilità ad essere invitati a presentare l’offerta.

Ciò posto, la presentazione della domanda da parte del soggetto interessato non attribuirà allo stesso alcun interesse qualificato o diritto in ordine all’eventuale partecipazione alla procedura per l’affidamento del servizio in oggetto, né comporterà l’assunzione di alcun obbligo specifico da parte del Fondo ASIM.

L’Ente si riserva la facoltà di interrompere, sospendere, modificare o annullare, in tutto o in parte, per ragioni di sua esclusiva competenza, il procedimento avviato, e di non dar seguito all’indizione della successiva gara per l’affidamento dei servizi di cui trattasi, senza che i soggetti richiedenti possano vantare alcuna pretesa o diritti a risarcimenti o indennizzi di sorta. L’Ente si riserva altresì la facoltà di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta, purché valida e ritenuta conveniente. Resta inteso che la manifestazione di interesse al presente avviso non costituisce prova del possesso dei requisiti generali e speciali richiesti per l’affidamento del servizio che sarà invece accertato dall’Ente in occasione della procedura negoziata di affidamento.

Trattamento dei dati personali

Ai sensi di quanto previsto dal Regolamento U.E. n.679/2016 i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la sede legale dell’Ente per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione.”

Qualora la spett.le Società in indirizzo desideri partecipare alla selezione, vorrà rispondere a mezzo PEC alla presente con cortese sollecitudine e comunque entro e non oltre il 17 febbraio 2019 all’indirizzo pec: asim@pec.fondoasim.it

Il Presidente
Marco Verzari

Il Vicepresidente
Lorenzo Mattioli

 

 

 

Fondo ASIM

Il Fondo, costituito dalle parti sociali nel 2013, nasce in attuazione di quanto contenuto nel rinnovo del Contatto Collettivo Nazionale di Lavoro (C.C.N.L.) per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi. L’Ente ha la natura giuridica di associazione non riconosciuta e non persegue fini di lucro. Il Fondo, operativo da ottobre 2014, ha lo scopo di garantire, ai lavoratori iscritti, trattamenti di assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale.
Avatar