ob
Note AIFA e dai Piani Terapeutici AIFA

Le Note e i Piani Terapeutici AIFA consentono la regolazione di alcune prescrizioni mediche. Vediamo insieme in cosa consistono. Intro. 

La prescrizione di alcuni farmaci è regolata dalle cosiddette Note AIFA e dai Piani Terapeutici AIFA, in assenza dei quali non è possibile accedere al rimborso da parte del SSN. 

Il principio alla base di questo processo è molto semplice, in realtà, e riguarda due aspetti: 

  • garantire continuità terapeutica a coloro i quali ne hanno bisogno;
  • razionalizzare la spesa pubblica. 

L’introduzione di limitazioni alla somministrazione di determinati farmaci rimborsati dal Servizio Sanitario Nazionale si basa, appunto, su questi due strumenti: le Note e i Piani Terapeutici AIFA, acronimo di Agenzia Italiana del Farmaco.

Vediamo insieme in cosa consistono e come funzionano. 

Cosa sono le Note AIFA

Introdotte nel 1993, le Note AIFA “sono lo strumento regolatorio che definisce le indicazioni terapeutiche per le quali un determinato farmaco è rimborsabile a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN)”, come si legge sul sito ufficiale

Come anticipato, il legislatore ha introdotto delle limitazioni alla somministrazione, in regime di copertura sanitaria, per alcuni farmaci, che non possono essere prescritti e rimborsati dal SSN in assenza di determinate condizioni. 

Nello specifico, la norma che regolamenta le Note AIFA prevede che esse possano essere introdotte quando il farmaco:

  • viene utilizzato per diverse indicazioni cliniche, di cui solo alcune per patologie rilevanti, per le quali è previsto il rimborso;
  • è finalizzato a prevenire un rischio che è significativo solo per uno o più gruppi di popolazione; 
  • si presta anche a usi impropri.

Qui trovi l’elenco completo delle Note AIFA attualmente in vigore; esse sono soggette a periodica revisione. Infatti, dalla loro introduzione sono diminuite da 59 a 34. Alcuni medicinali sono passati alla Classe A, altri invece alla Classe C, a seconda delle nuove evidenze scientifiche emerse negli anni. 

Affinché il paziente, che ne ha documentato bisogno, possa accedere al farmaco rimborsato dal SSN, è necessaria l’indicazione, nella ricetta o, come vedremo, nel Piano Terapeutico della Nota AIFA corretta

“Al momento della prescrizione, il medico deve riportare sulla ricetta il numero della Nota relativa a quel farmaco. In questo modo egli dichiara che ricorrono le condizioni di rimborsabilità previste dalla Nota.”

Senza questa indicazione il farmaco risulta a carico del paziente. 

Alcune note, però, prevedono la predisposizione di qualcosa di più elaborato rispetto a una semplice ricetta: il Piano Terapeutico

Cosa sono i Piani Terapeutici AIFA

Per garantire l’appropriatezza della prescrizione farmacologica, ma anche la continuità terapeutica, per alcune patologie e condizioni è necessaria l’elaborazione dei cosiddetti Piani Terapeutici AIFA

Cosa vuol dire? 

Che per la somministrazione di determinate classi di farmaci, per le quali sono previste Note specifiche – nello specifico medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa – non è sufficiente la mera prescrizione da parte del medico curante, è necessaria una diagnosi da parte di un medico o centro specialista autorizzato dal SSN.

Il Piano Terapeutico viene trasmesso al MMG (medico di medicina generale), che può trascrivere la prescrizione a carico del SSN senza ulteriore formalità.

Introdotti nel 1994, un anno dopo le Note AIFA, i Piani Terapeutici hanno una duplice valenza: 

  • consentono di limitare la rimborsabilità di questi farmaci alle sole condizioni cliniche supportate da evidenze scientifiche;
  • consentono di garantire al paziente la continuità terapeutica Ospedale-Territorio, assicurando, al contempo, l’appropriatezza d’impiego dei farmaci indirizzando le scelte terapeutiche del medico verso molecole più efficaci e sperimentate.

Grazie all’utilizzo di appositi formulari, i Piani Terapeutici devono contenere le seguenti informazioni: 

  • Dati del Centro Autorizzato
  • Dati del Paziente
  • Diagnosi della malattia in accordo a Nota AIFA o a indicazione registrata in scheda tecnica
  • Farmaco prescritto, dosaggio, modalità e tempi di somministrazione
  • Durata prevista della terapia
  • Data di redazione del Piano Terapeutico
  • Timbro e firma del medico che compila il Piano Terapeutico
  • Timbro del Centro presso il quale avviene la prescrizione
  • Nome del Medico di medicina generale (ove previsto)

Il paziente, quindi, per tutta la durata indicata nel Piano Terapeutico, potrà andare in farmacia a ritirare i medicinali di cui ha bisogno, senza richiedere ogni volta una nuova prescrizione. 

Le farmacie, infatti, possono accedere via telematica al PT e verificare quanto prescritto.

Avatar